Rientro dall’estero all’Italia: cosa fare stato per stato durante l’emergenza Covid-19

Rientro dall’estero all’Italia: cosa fare stato per stato durante l’emergenza Covid-19

Rientro dall’estero all’Italia: cosa fare durante l’emergenza Coronavirus

Vediamo in questo articolo cosa occorre fare per il rientro dall’estero all’Italia, stato per stato, durante l’emergenza Covid-19.

 

Le normative per il rientro dall’estero all’Italia durante l’emergenza Covid-19

Di recente sono state aggiornate le normative che regolamentano il rientro degli italiani dall’estero (2). Il governo ha creato un elenco dei paesi stranieri suddiviso in diversi gruppi, in base al grado di diffusione del Coronavirus al loro interno. Ciascun gruppo è soggetto a normative e restrizioni differenti perché diverso è il grado di pericolo in ciascuno stato.

 

Novità dell’ultimo decreto per il rientro dall’estero all’Italia

Il recente decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, datato 12 agosto 2020 (2), ha modificato le norme relative al rientro da alcuni paesi che prima erano stati giudicati molto sicuri, come per esempio la Grecia, la Spagna, la Croazia e Malta. In particolare sono stati i recenti casi di giovani rientrati dalla Croazia e risultati positivi, a mettere preoccupazione. C’è il rischio concreto che dopo averlo debellato al nostro interno con grandi sforzi di tutti, il Coronavirus torni importato dall’estero direttamente attraverso i connazionali al rientro dalle vacanze.

 

Cosa fare in concreto per il rientro dall’estero all’Italia, stato per stato:

Inseriamo ciascun paese in ordine alfabetico con informazioni dettagliate e dedicate per ciascuno di essi.

 

Insorgenza di sintomi Covid-19 al rientro dall’estero in Italia

Nel caso dovessero comparire sintomi di tipo Covid-19 durante il periodo immediatamente successivo al rientro dall’estero, è obbligatorio segnalare la situazione all’autorità sanitaria:

  • avvisare il proprio medico curante di medicina generale o il pediatra di libera scelta nel caso si tratti di un bambino
  • avvisare l’operatore di sanità pubblica tramite il numero verde 1500
  • allontanarsi dagli altri conviventi
  • rimanere nella propria stanza con la porta chiusa

 

La Redazione di Med4Care

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi rimanere aggiornato sulle nostre prossime pubblicazioni clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter.

Note

Lascia un commento