+39 041 8622245 info@med4.care

Traggo spunto dalle notizie che mi girano i followers per analizzare e smascherare una tra le tante bufale che gira nel web:

Il Coronavirus risparmia gli extracomunitari perchè sono vaccinati per la TBC?

L’assunto in questione, che circola via whatsapp e via facebook, e che mi è stato girato, è il seguente:

“Quindi la considerazione è questa ipotesi sul Coronavirus. Leggere con calma. In tutta la Lombardia, dove abito, ho interpellato gli Ospedali di Bergamo, Civili di Brescia, Cremona, Chiari, e…in quasi 2000 ricoverati in terapia intensiva… sorpresa! Non risulta nessun extracomunitario che abbia il Coronavirus. Possibile che siano  tutti sani? Allora faccio un esempio, a Borgo San Giacomo, solo gli italiani hanno preso il Covid19. Come mai? Sono 5000 abitanti di cui 3500 indiani e 1500 italiani, giovani e vecchi. Gli indiani giovani e vecchi: 50 e 60 enni sono in un numero importante. Cosa mi dicono gli indiani: noi non lo prendiamo  Il corona… boh… forse per noi è una normale influenza, a noi non viene la polmonite perche’ siamo vaccinati contro la Tubercolosi. Quando ci ammaliamo dopo uno, due giorni passa. Solo voi italiani che non siete piu’ vaccinati (il vaccino dura 20 anni e se non c’è nessun richiamo vaccinale forse siete di nuovo esposti a polmonite) dalla tubercolosi e vi ammalate, prima di influenza ma poi di polmonite. Soprattutto gli anziani, che ormai è da 40 anni che non fanno richiami. Cosi i bambini italiani non si ammalano (non di Corona…che attiva la Tubercolosi) di polmonite perche’ sono vaccinati contro la TBC. Vaccino che dura fino a 19/20 anni. Ovviamente anche i vostri ventenni cominciano ad ammalarsi di Cov e Tubercolosi. Perche’ da Voi non c’e’ piu l’obbligo di fare il richiamo. Ma Pensa!!!! La Lombardia ha la piu’ alta concentrazione di Extracomunitari, Senegalesi, Bengalesi, Egiziani, Marocchini, Rumeni, Albanesi, Tunisini, Algerini…e non c’è ne manco uno con la polmonite?!?!?! Perche’ sono giovani????  Noooooooo….perche’ sono tutti coperti da vaccino Tubercolosi, che e’ un protocollo di copertura previsto (DALLE ASL) per gli extracomunitari!!!!”

Ebbene, leggendo una affermazione del genere, è normale che ti venga da pensare: “beh, forse ha ragione!” E fai la condivisione con gli amici. Perchè emotivamente sei portato a farlo? Perchè snocciola una affermazione plausibile, dopo l’altra, con tanto di cifre. E risulta convincente, per lo meno a livello emozionale.

Noi però dobbiamo giudicare le cose non a livello emozionale, ma a livello scientifico. E per farlo, dobbiamo applicare il metodo svela-bufale di Med4care, che abbiamo pubblicato. Se ancora non lo hai guardato, ti suggeriamo di farlo ora.

 

Come interpretare la notizia

Vediamo ora come fare luce sulla vicenda ed interpretare la notizia attraverso il metodo svela-bufale.

Vademecum per smascherare le bufale-fake news

Punto 1: identificare gli assunti precisi del contenuto della affermazione

La prima cosa da fare è identificare ogni singola affermazione fatta nel post riportato sopra. Quindi tradurre tutte le affermazioni messe nel post, alla rinfusa, in frasi chiaramente identificate, con soggetto, verbo complemento, in modo che siano affermazioni chiare e non fumose. Le ho tradotte in punti e riassunte per brevità.

  • non ci sono extracomunitari nelle terapie intensive (2000) di tutta la Lombardia che ho interpellato
  • Borgo San Giacomo: 5000 abitanti di cui 3500 indiani e 1500 italiani. Gli indiani sono sia giovani che vecchi. Solo gli italiani si sono ammalati a Borgo San Giacomo.
  • i bambini italiani non si ammalano di polmonite da Coronavirus
  • i bambini italiani sono vaccinati per la TBC
  • gli italiani sopra i 20 anni non sono vaccinati per la TBC
  • gli extracomunitari sopra i 20 anni sono vaccinati per la TBC
  • quindi il vaccino per la TBC sarebbe protettivo per il Coronavirus.

 

Punto 2: controllare ogni singolo assunto del contenuto

E qui viene la parte più faticosa. Perchè andare a controllare le singole affermazioni di un post è una faccenda faticosa. E a noi in genere non piace fare fatica: spesso preferiamo dare per scontato che le affermazioni, dato che contengono numeri, siano verificate, per pigrizia di controllarle.

2.1 non ci sono extracomunitari nelle terapie intensive (2000) di tutta la Lombardia

Per verificare questa affermazione occorre innanzitutto analizzare la frase. L’autore del post cita il fatto che ha eseguito una verifica personale telefonando alle varie terapie intensive della Lombardia per verificare il fatto che non vi siano posti letto occupati dagli extracomunitari in Lombardia. Andiamo a controllare ogni singolo elemento della frase.

2.1.1 ASSUNTO: 2000 posti letto nelle terapie intensive di tutta la Lombardia. Andiamo a vedere innanzitutto quanti sono i posti letto intensivi in Lombardia. Da che dato partiamo? Risulta che vi siano 900 posti letto di terapia intensiva a inizio emergenza Coronavirus (1), quindi questa è la base di partenza. Gallera in data 18 marzo riferisce “arriveremo a 1260 posti letto in terapia intensiva”, (2), il che significa che non ci si è ancora arrivati. Sbagliare del doppio una valutazione, quando si fa una affermazione, è un errore grave, che in un contesto del genere è imperdonabile. VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 0/3

2.1.2 ASSUNTO: che ho interpellato. Dalla frase riportata risulta che l’autore del post ha interpellato personalmente le terapie intensive della Lombardia. Curioso, ma possibile. Andiamo a capire che tipo di attività dovrebbe aver fatto l’autore. In media il numero di posti letto di una terapia intensiva è circa 8, 12 per quelle più grandi. Diciamo che se facciamo una media arrotondata per eccesso possiamo considerare 10 un numero verosimile. Quindi, considerando 1000 il numero di posti letto, diviso per 10 letti/terapia intensiva, risultano 100 terapie intensive da interpellare. Quindi 100 telefonate del tipo: “Buongiorno, volevo conoscere il numero di ammalati extracomunitari ricoverati nella vostra terapia intensiva“. Crediamo proprio che il nostro interlocutore abbia ricevuto risposta alle sue domande? Sicuramente no. E’ possibile che invece conosca qualcuno nelle terapie intensive da lui menzionate, “Ospedali di Bergamo, Civili di Brescia, Cremona, Chiari” Si questo è possibile. Di quanti ammalati si tratterebbe in questo caso? Mettiamo che ciascuno di questi ospedali abbia aumentato al massimo tutte le terapie intensive con posti aggiuntivi, etc, potremmo giungere a 40+40+30+20= 130 pazienti massimo, quindi 1/8 del campione di tutte le terapie intensive lombarde. VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 1/3

2.1.3 ASSUNTO: non ci sono extracomunitari nelle terapie intensive della Lombardia Qui francamente non è possibile controllare il dato. Questi dati non vengono rilasciati per motivi di privacy come è ovvio. E comunque in genere vengono raccolti dati relativi alle età, sesso e caratteristiche simili, non certo relativi alla nazionalità. Quindi dato non verificabile. VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 1/3

2.2 Borgo San Giacomo: 5000 abitanti di cui 3500 indiani e 1500 italiani. Gli indiani sono sia giovani che vecchi. Solo gli italiani si sono ammalati a Borgo San Giacomo.

2.2.1 ASSUNTO:Borgo San Giacomo: 5000 abitanti di cui 3500 indiani e 1500 italiani. Cerchiamo qualche dato riguardo il paese di Borgo San Giacomo. Digitiamo su google “Borgo San Giacomo anagrafe numero indiani” e troviamo questi dati (3): nel 2016, ultima annata disponibile per le valutazioni, sono 723 i residenti stranieri su un totale di 5411, quindi il 13%. Il dato è stato stabile negli ultimi 10 anni, con punte anche molto maggiori negli anni precedenti. Possibile che negli ultimi 3 anni siamo passati inspiegabilmente da 723 stranieri a 3500? E gli italiani dove sarebbero finiti, poi? Tutti morti? Ma per piacere. Dati fuori di ogni logica. VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 0/3

2.2.2 ASSUNTO: a Borgo San Giacomo Gli indiani sono sia giovani che vecchi. Sempre nel medesimo sito dei comuni italiani, nel 2016, risulta che la maggioranza degli stranieri nel paese siano indiani, con 400 persone. VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 2/3

2.2.3 ASSUNTO: Solo gli italiani si sono ammalati a Borgo San Giacomo. Per sapere qualcosa riguardante Borgo San Giacomo e l’infezione da Coronavirus, siamo andati a cercare qualche gruppo su Facebook, e abbiamo trovato il gruppo pubblico “Sei di BSG se…” Mettiamo qui la foto dei commenti degli abitanti di BSG al circolare del post in questione:

Direi che il commento di alcuni degli abitanti di BSG alla notizia ci dovrebbe bastare per valutare la verosimiglianza della stessa: VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 0/3

3.1 ASSUNTO: i bambini italiani non si ammalano di polmonite (da Coronavirus) L’affermazione è sostanzialmente vera. Ci sono pochi soggetti pediatrici che si ammalano di Coronavirus, cioè risultano positivi, e ancora meno soggetti che sviluppano la polmonite. Non siamo riusciti a trovare delle stime, perchè i dati sono davvero pochi. Tuttavia la scarsa capacità del virus di produrre sintomi significativi nei bambini non è relativa ai bambini italiani, ma in generale a tutti i bambini del mondo. VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 2/3

4.1 ASSUNTO: i bambini italiani sono vaccinati per la TBC Basta cercare “obbligo vaccinazioni” su google e troviamo il dato: non c’è nessun obbligo vaccinale riguardo la TBC per i bambini italiani (4) VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 0/3

5.1 ASSUNTO: gli italiani sopra i 20 anni non sono vaccinati per la TBC Finalmente una affermazione vera, ci voleva a questo punto! VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 3/3

6.1 ASSUNTO: gli extracomunitari sopra i 20 anni sono vaccinati per la TBC Andiamo a cercare “india+mandatory+vaccines” e troviamo un articolo su pubmed, portale scientifico che ci mostra quali sono le vaccinazioni obbligatorie in India, tra le quali compare la BCG (Bacillo di Calmette Guerin), ovvero quello per la TBC che viene eseguito alla nascita. Quindi se ne evince che i bambini indiani sono quasi tutti vaccinati per la TBC. Ma cosa accade riguardo soggetti adulti? A quanto pare qui emerge una contraddizione, perchè ricercando su google “indian people are vaccinated for BCG” troviamo una notizia (6) secondo cui la OMS avrebbe indentificato l’India come la peggiore nazione tra quelle in via di sviluppo riguardo il controllo della TBC: pur costituendo il 17% della popolazione mondiale, avrebbe il 26% della popolazione mondiale di infetti da TBC. VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 1/3

7.1 ASSUNTO: quindi il vaccino per la TBC sarebbe protettivo per il Coronavirus. Ecco l’assunto finale del post, dove si completa il sillogismo dell’autore. Seguiamolo: siccome gli italiani si ammalano di coronavirus (VERO) e gli indiani no (DUBBIO!) e siccome gli italiani non sono vaccinati per la TBC (VERO!) e gli indiani sono vaccinati per la TBC (DUBBIO!), ALLORA il vaccino per la TBC è protettivo per il Coronavirus. Ebbene, innanzitutto anche se fosse vero che gli italiani si ammalano e gli indiani no, ci possono essere mille altre ragioni oltre al vaccino della TBC perchè gli indiani e gli extracomunitari in generale siano più protetti rispetto a noi italiani. VALUTAZIONE DI VEROSIMIGLIANZA: 1/3 per essere buoni.

 

Analisi finale del post

Il punteggio di verosimiglianza calcolato del post in questione è 11/27, cioè significa che circa il 40% delle affermazioni fatte nel post sono verosimili. Più di 1 affermazione su 2 è INVEROSIMILE!

L’affermazione finale, cioè italiani infetti non vaccinati TBC Vs extracomunitari non infetti vaccinati TBC è frutto di elementi chiaramente FALSI + elementi non dimostrabili. Quindi l’affermazione stessa è INDIMOSTRABILE 

Ciò nonostante, questa bufala continua a girare senza che nessuno la fermi. Come mai? Cerchiamo di capirlo.

 

La ricetta di questa bufala

Ora che abbiamo visto che l’affermazione del post è totalmente priva di fondamento, terminiamo analizzando gli elementi che hanno contribuito a rendere la notizia “appetibile” per il pubblico. La ricetta è stata:

  • Affermazioni VERE (controllabili dal pubblico, e piuttosto verosimili):
    • i bambini italiani non si ammalano di polmonite
    • gli italiani sopra 20 anni non sono vaccinati per la TBC
  • Affermazioni FALSE (difficilmente controllabili dal pubblico)
    • i bambini italiani sono vaccinati per TBC
    • la popolazione di BSG è costituita prevalentemente da extracomunitari
    • numeri delle terapie intensive
  • Affermazioni DUBBIE (difficilmente controllabili dal pubblico)
    • gli extracomunitari sopra i 20 anni sono vaccinati per TBC
    • gli extracomunitari non si ammalano di Coronavirus
  • Collegamento ERRATO tipo sillogismo, tra affermazioni VERE FALSE e DUBBIE
  • Frasi emozionali ad effetto

 

Med4Care Marco De Nardin

Dott. Marco De Nardin

 

Il Coronavirus risparmia gli extracomunitari?

Come combattere le fake news

 

Bibliografia: