Consiglio Superiore di Sanità: massimo organo di consulenza scientifica

Consiglio Superiore di Sanità: massimo organo di consulenza scientifica

Il Consiglio Superiore di Sanità (abbreviato come CSS) è l’organo di consulenza tecnico-scientifica a cui si rivolge il Ministero della salute

 

Come è composto il Consiglio superiore di sanità?

Il Consiglio è formato da ben 56 membri

  • 30 vengono nominati ogni tre anni e vengono scelti dal Ministero della salute in base alle loro competenze; 
  • 26 sono membri di diritto, in quanto ricoprono specifiche cariche o posizioni nella sanità italiana.

 

Di cosa si occupa?

Il Consiglio è interpellato direttamente dalle altre istituzioni o organizzazioni dello Stato, per esempio dal Ministro della Sanità  su fatti riguardanti la salute pubblica oppure dalle Direzioni Generali degli ospedali per temi specifici, etc.

Il CSS interviene anche di propria iniziativa proponendo indagini scientifiche su avvenimenti di interesse nazionale in campo igienico e sanitario. Inoltre propone e dispone gli standard di qualità costruttivi e organizzativi per la strutturazione di ospedali, istituti di cura, etc.

Inoltre Consiglio superiore di sanità esprime parere obbligatorio su tutto ciò che compete la salute pubblica in generale e nei rapporti con le altre istituzioni del paese.

 

Come è strutturato il Consiglio Superiore di Sanità?

I membri del CSS si organizzano il lavoro suddividendosi in:

  • Comitato di presidenza,
  • Assemblea generale e in
  • Cinque sezioni. Ogni sezione si prende cura di varie tematiche riguardanti la sanità. Ognuna di esse ricopre un ambito di competenza diverso: dalla programmazione e sicurezza sanitaria, al trapianto di organi, alla sicurezza alimentare, sino alla tutela degli animali.

 

Conclusione

Sin dalla sua nascita, nel 1865, il Consiglio superiore di sanità ha goduto di grande prestigio e ha svolto un ruolo di fondamentale importanza, influenzando decisioni che hanno condizionato lo sviluppo del nostro paese. 

 

 

La Redazione di Med4Care

 

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi rimanere aggiornato sulle nostre prossime pubblicazioni clicca qui per iscriverti alla nostra newsletter.

Fonti:

Lascia un commento