Coronavirus dalla Cina: lo stato attuale (aggiornamenti 28/01)

Coronavirus dalla Cina: lo stato attuale (aggiornamenti 28/01)

Pubblichiamo qui di seguito l’aggiornamento sulla situazione dell’epidemia di Coronavirus.

Notizie rilevanti al 28/01/2020

In queste ore si moltiplicano le comunicazioni riguardo il virus che si sta diffondendo in Cina. Cosa sta succedendo? Ecco le notizie più rilevanti allo stato attuale.

  • Il presidente cinese due giorni fa ha dichiarato in TV che la situazione è grave e che si augura che la Cina sia in grado di vincere la battaglia contro il virus.
  • L’OMS ha rivisto la sua posizione (maggiori informazioni nella sezione sottostante).
  • Il virus è tuttora diffuso prevalentemente nella regione di Wuhan, tuttavia sono stati segnalati casi anche in varie altre regioni della Cina.
  • Attualmente sono state riconosciute almeno 100 vittime su circa 4000 casi di infezione accertati in Cina.
  • In Vietnam si segnala il primo caso di un paziente infettato NON importato dalla Cina, ma infettato in loco.
  • È stato accertato che il virus si possa trasmettere prima che compaiano i sintomi. Pare che il periodo di incubazione medio sia di 10 giorni circa.
  • Nelle regioni cinesi dove c’è una riduzione della possibilità di movimento la restrizione agli spostamenti è stata estesa anche alle automobili private.
  • La Cina ha vietato il commercio di animali e ha esteso le festività per il capodanno lunare in modo da limitare ulteriormente gli spostamenti della popolazione.

Diffusione attuale stimata del virus:

PaeseInfezioni accertateVittimeInfezioni sospette
Cina – città Wuhan1500763000
Cina – Hubei?1MIGLIAIA
Cina – Heilongjiang?1?
Cina – Shanghai?1?
Cina – totale450080MIGLIAIA
Hong Kong80DECINE
Thailand140DECINE
Australia50?
Giappone40?
Francia30?
Germania10?
Cambogia10?
Canada20?
USA50?
Vietnam20DECINE
Filippine105
Singapore40DECINE
Corea40SI
Taiwan50SI
I sintomi dell’infezione

Ricordiamo che i sintomi di questo virus sono analoghi a quelli degli altri coronavirus umani, come:

  • febbre
  • tosse 
  • raffreddore
  • mal di gola

Nei casi più gravi può comparire una polmonite, che è la principale responsabile dei decessi.

Attualmente pare che in Cina il tasso di mortalità si attesti al 2,8% del totale degli infetti.

Incubazione

Non vi sono ancora dati precisi. Pare che 14 giorni si possa considerare come il periodo massimo di incubazione potenziale, ma è verosimile che sia di 10 giorni circa. Ora è certo che la persona contagiata sia in grado di infettare altri anche prima della comparsa dei sintomi.

La posizione ufficiale dell’OMS

La nuova posizione ufficiale dell’OMS è cambiata: mentre prima la minaccia dovuta all’epidemia era considerata “moderata” ora viene considerata “elevata”. Rimane confermata la decisione di non considerare ancora il coronavirus una urgenza di sanità pubblica di portata internazionale.

Le misure di prevenzione adottate

La Cina ha recentemente indetto una restrizione della possibilità di movimento per la popolazione nelle zone colpite dal virus

Gli altri paesi del mondo hanno istituito controlli nei principali aeroporti con la costituzione di specifici corridoi sanitari di controllo, in particolare con la misurazione della temperatura corporea. 

Terapie disponibili

Ricordiamo che non esistono terapie specifiche contro questo virus. Riportiamo le raccomandazioni generali da tenere in caso di infezione:

  • bere molti liquidi per evitare la disidratazione, in particolare con sali minerali;
  • assumere eventuali farmaci che combattano i sintomi come antiinfiammatori e analgesici;
  • seguire le norme di prevenzione valide per qualunque forma di protezione individuale;
  • evitare per quanto possibile i contatti con le persone infette;
  • proteggersi dai soggetti infetti con i mezzi di barriera disponibili – utile indossare le maschere protettive quando ci si reca in luoghi affollati o presso soggetti a rischio
Il vaccino

Varie equipes dalla Russia e dall’Australia sono all’opera per la creazione di un vaccino specifico, che sarà disponibile verosimilmente tra qualche mese.

 

Noi di Med4care seguiremo con attenzione e con puntualità questa situazione, dandovi sistematici aggiornamenti quando sarà opportuno.

 

Med4Care Marco De Nardin

 

 

 

 

Dott. Marco De Nardin, direttore

Questo articolo ha un commento

  1. Salvatore

    Grazie Dr De Nardin , insuperabile come sempre . Salvatore ( saro un suo nuovo assistito)

Lascia un commento