Criteri di Ranson per la valutazione della gravità e prognosi della pancreatite acuta

Criteri di Ranson per la valutazione della gravità e prognosi della pancreatite acuta

I criteri di Ranson per la prognosi della pancreatite acuta

Vediamo in questo articolo i criteri di Ranson per la prognosi della pancreatite acuta.

La pancreatite acuta è una patologia acuta infiammatoria del pancreas che può rapidamente peggiorare e mettere a repentaglio la vita del paziente. Per questo in letteratura sono stati ricercati degli indicatori prognostici dell’evoluzione della malattia verso le forme gravi. I criteri di Ranson rappresentano il più antico ma tuttora valido metodo di valutazione.

 

Identificazione dei criteri di Ranson per la prognosi della pancreatite acuta

I criteri di RANSON furono identificati dal chirurgo dott. John Ranson nel 1974. Prevedono di valutare 11 parametri clinici e biochimici, di cui 5 da rilevare all’ingresso e 6 durante le successive 48 ore.

Parametri da rilevare al momento dell’ospedalizzazione:

  • età oltre 55 anni (= 1 punto)
  • glicemia oltre 200mg/dl (= 1 punto)
  • leucocitosi oltre 16.000 (=1 punto)
  • AST oltre 250UI (=1 punto)
  • LDH oltre 350UI (= 1 punto)

Parametri da rilevare dopo 48 ore dall’ospedalizzazione:

  • UREA superiore a 5mg/dl (= 1 punto)
  • Deficit di Basi superiore a 4mEq/l (= 1 punto) all’emogasanalisi
  • HCT Ematocrito diminuisce del 10% o più (= 1 punto)
  • ipossia con pO2 inferiore a 60mmHg (= 1 punto)
  • Calcemia inferiore a 8mg/dl (= 1 punto)
  • Sequestro di liquidi con disidratazione maggiore di 6 litri (= 1 punto)

La somma dei punti relativi a ciascun criterio dà indicazione della probabilità di mortalità.

  • da 0 a 2 punti: mortalità 1%
  • tra 3 e 4 punti: mortalità 16%
  • da 5 a 6 punti: mortalità 40%
  • tra 7 e 11 punti: mortalità 100%

Si può eseguire il calcolo automaticamente presso il calcolatore automatico del punteggio di Ranson per la gravità della pancreatite acuta

 

Altri criteri per la prognosi della pancreatite acuta

Dopo il 1974 sono stati proposti altri criteri per la prognosi della pancreatite acuta. I più noti ed utilizzati si basano su parametri clinici e di laboratorio (Apache II) e sulla TAC addominale (punteggio CTSI di Balthazar)

 

APACHE II

Il punteggio APACHE II non è specifico per la pancreatite acuta, ma è una valutazione generica di gravità del paziente critico.

CTSI (CT score index) di Balthazar (3,4)

Il punteggio CTSI si basa sulle lesioni rilevate alla TAC del pancreas.

 

Med4Care Marco De Nardin

Dott. Marco De Nardin

Lascia un commento