Mascherine: non solo una moda; funzionano davvero?

Mascherine: non solo una moda; funzionano davvero?

Mascherine: non solo una moda; funzionano davvero?

Fino a pochi mesi fa quando vedevamo una persona asiatica indossare una mascherina, magari in aeroporto, sorridevamo. È capitato a tutti. Oggi, a pochi mesi di distanza, sono addirittura obbligatorie!

La domanda che sorge spontanea è: indossare una mascherina ci protegge dal virus? Come facciamo a sapere quale modello acquistare? Siamo sicuri di indossare la mascherina correttamente? Cerchiamo di fare chiarezza.

 

Le mascherine sono efficaci? Scopriamo le loro caratteristiche

Ci sono stati diversi dibattiti per stabilire se le mascherine possano prevenire o meno l’infezione.¹  Nonostante non proteggano completamente una persona dal virus, certamente possono essere utili. 

 

Dimensione

Per ottenere la massima efficacia, la mascherina dovrebbe aderire perfettamente al viso, coprendo sia il naso che la bocca. Bisognerebbe evitare di lasciare che l’aria passi e possa raggiungere naso e bocca. Sono disponibili misure più piccole per i bambini.

 

Tipi di mascherine

Le mascherine protettive si dividono in diverse tipologie:

Mascherine Chirurgiche

Le mascherine più comuni sul mercato sono le cosiddette “mascherine chirurgiche”. Sono le mascherine standard, che vengono comunemente utilizzate in sala operatoria dagli operatori per evitare di contaminare il campo chirurgico durante un intervento.

Hanno un design a tre strati: uno strato esterno colorato idrorepellente, uno strato intermedio che agisce da barriera verso i germi e uno strato più interno per assorbire l’umidità delle gocce quando si tossisce e si starnutisce.

Sono costruite in modo tale da bloccare efficacemente le goccioline in uscita dalla persona. Per questo motivo proteggono prevalentemente GLI ALTRI rispetto a chi le indossa. Ecco perché è importante che le indossino tutti: perché così tutti proteggono gli altri, e di conseguenza anche chi le indossa viene protetto.

mascherina chirurgica

 

Mascherine “fai da te”

Per maschere “fai da te” intendiamo maschere analoghe a quelle chirurgiche, ma costituite da altri tipi di tessuto, come per esempio il cotone o altri. Indubbiamente l’efficacia è variabile, ed è dipendente dal tipo di tessuto di cui sono fatte.

mascherina-in-tessuto

Maschere FP2 con valvola

Sono maschere che hanno un potere filtrante molto maggiore, quindi molto più efficaci delle maschere chirurgiche in termini di protezione di chi le indossa. La valvola che possiedono consente di filtrare i germi IN ENTRATA, ma non dà protezione IN USCITA, quindi chi possiede una maschera FP2 con valvola si protegge ma può contagiare gli altri. La protezione è relativa alle goccioline in entrata, non all’aerosol.

mascherina-p2-filtro

Maschere FP2 senza valvola

Sono sempre FP2 quindi proteggono IN ENTRATA, ma non avendo la valvola proteggono anche IN USCITA. Sono senza dubbio le maschere migliori, perché proteggono tutti, sia chi le indossa che gli altri.

mascherina-fp2

 

Maschere FP3

Sono in grado di bloccare anche l’aerosol, cioè particelle nebulizzate nell’aria. Sono utili in situazioni specifiche all’interno degli ospedali, come per avvicinarsi ai pazienti in casco, oppure per la manovra di intubazione, etc, perché in questi casi si è in presenza di aerosol dal quale proteggersi. Anche le maschere FP3 possono avere la VALVOLA come le FP2, nel qual caso la protezione è analoga: quelle con la valvola proteggono solo IN ENTRATA, le altre anche in uscita.

mascherina-fp3

 

 

 

 

Come indossare le mascherine correttamente⁴

Se indossate correttamente, le mascherine possono prevenire efficacemente la diffusione di malattie respiratorie infettive trasmesse attraverso le goccioline respiratorie.

  1. Lavarsi le mani accuratamente

Lavare correttamente le mani con acqua e sapone, strofinando tutte le aree per almeno 20 secondi. Sciacquare accuratamente e asciugare all’aria o usando un asciugamano pulito.

  1. Posizionare correttamente la mascherina

Il lato colorato con le pieghe rivolte verso il basso è quello esterno, mentre il lato bianco è quello a contatto con la pelle. Oltre alle pieghe rivolte verso il basso, il modo più semplice per differenziare la parte superiore da quella inferiore è che la striscia metallica per il naso sia rivolta verso l’alto.

  1. Fissare la mascherina sul viso

Per il tipo di mascherina con elastici per l’orecchio, basta mettere i passanti attorno a ciascun orecchio. Per la tipologia a lacci, annodare prima i lacci superiori dietro la testa e poi i lacci inferiori dietro la nuca. Assicurarsi che copra sia il naso che la bocca.

Pizzicare la striscia metallica sulla parte superiore della mascherina per farla aderire correttamente sul naso, e tirare delicatamente la mascherina verso il basso per estenderla fino al mento e coprire completamente la bocca. Evitare di toccare la mascherina una volta indossata. 

  1. Rimozione della mascherina

Lavarsi le mani prima di rimuovere la mascherina. Non toccare la parte esterna colorata perché potrebbe contenere germi. Per i passanti auricolari, rimuovere delicatamente la mascherina con entrambe le mani, una mano su ciascun passante auricolare e gettarla via. Per il modello con lacci, rimuovere prima il nodo inferiore legato sulla nuca, poi rimuovere il nodo superiore sul retro della testa e gettarla via. Lavare nuovamente le mani in maniera accurata dopo aver rimosso la mascherina. Una volta rimossa, non utilizzarla nuovamente. Utilizzare una nuova mascherina, se necessario, e sostituirla una volta danneggiata o sporca. 

 

Altre raccomandazioni e misure preventive³

Oltre a indossare correttamente le mascherine, dovremmo mantenerci sani e in buone condizioni. Semplici gesti quotidiani come una corretta igiene delle mani e lo sforzarsi di evitare di toccare gli occhi, il naso e la bocca possono fare una grande differenza. Si consiglia inoltre di rimanere a casa il più possibile, evitare le zone affollate e ridurre al minimo i contatti sociali non necessari.

Ricordate: WUHAN⁵

W – WASH: Lavare spesso le mani

U – USE: Usare mascherine correttamente e quando necessario

H – HIGH TEMPERATURE: Tenere sotto controllo regolare temperatura e assicurarsi di non averla troppo elevata.

A – AVOID: Evitare grandi folle e stare a casa, specialmente se si è malati

N – NON Toccare mai il viso con le mani sporche

 

L’impatto delle mascherine su R0

mascherine-r0

 

In un recente manoscritto (6), ancora non peer-reviewed, alcuni ricercatori hanno cercato di modellizzare l’impatto delle mascherine sul fattore R0 associato all’epidemia di SARS-CoV-2 (abbiamo già spiegato il significato del fattore R0 in questo articolo e ricordiamo che, affinché l’epidemia possa gradualmente spegnersi, R0 deve mantenersi, nel tempo, inferiore a 1).

Riportiamo di seguito il grafico preso dall’articolo appena citato (6).

mascherine-impatto-r0

 

Sull’asse orizzontale è rappresentata l’efficacia della mascherina, ovvero quanto essa sia in grado di bloccare il virus, da 0 a 100%. Sull’asse verticale è rappresentata la percentuale di popolazione che indossa la mascherina.

La scala dei colori rappresenta invece il valore di R0, da 0 a 2.4, che è stimato come R0 del SARS-CoV-2.

Facciamo qualche esempio. Se tutti (quindi il 100%) indossassimo mascherine efficaci al 100% ci troveremmo nella zona in alto a destra del grafico, dove R0 ovviamente vale 0.

Una mascherina efficace al 60% indossata dall’80% della popolazione determina invece un valore di R0 inferiore a 1 (zona blu del grafico) e l’epidemia si spegne.

Se il 50% della popolazione indossasse mascherine efficaci al 50% il valore di R0 salirebbe a 1.35, comparabile quindi a quello dell’influenza stagionale.

Se invece nessuno indossasse mascherine, o se tutti indossassero mascherine non efficaci, ci ritroveremmo nella zona gialla del grafico e R0 assumerebbe il suo valore massimo, cioè 2.4.

Per fare un esempio, se in questo momento avessimo 100 casi attivi e un valore di R0 pari a 2.4 con un tempo di infezione dei nuovi casi di circa 5 giorni, allora in un mese avremmo 31280 nuovi casi. Se R0 fosse 1.35 in un mese ne avremmo soltanto 584.

È quindi evidente che un impegno collettivo nell’indossare correttamente, e quando necessario, le mascherine sia determinante per tenere sotto controllo l’epidemia, anche se le mascherine che stiamo indossando non sono efficaci al 100%. Tra l’altro, indossare le mascherine N95, o FP2, può portare a vantaggi inaspettati, quali l’aumento della propria capacità di ventilazione, proprio come durante un allenamento.

Se volete saperne di più, ecco il link al nostro video: Mascherine: non solo una moda; funzionano davvero?

 

 

Med4Care Marco De Nardin

Dott. Marco De Nardin

 

Per approfondire:

 

NOTE e BIBLIOGRAFIA:

1. Smith, J. D., Macdougall, C. C., Johnstone, J., Copes, R. A., Schwartz, B., & Garber, G. E. (2016). Effectiveness of N95 respirators versus surgical masks in protecting health care workers from acute respiratory infection: a systematic review and meta-analysis. Canadian Medical Association Journal, 188(8), 567–574. doi: 10.1503/cmaj.150835

2. Patel, R. B., Skaria, S. D., Mansour, M. M., & Smaldone, G. C. (2016). Respiratory source control using a surgical mask: Anin vitrostudy. Journal of Occupational and Environmental Hygiene, 13(7), 569–576. doi: 10.1080/15459624.2015.1043050. Le mascherine sono classificate in base al titolo 21 CFR 878.4040 del Codice Regolatorio Federale (CFR – Code of Federal Regulations) dell’Agenzia per gli alimenti e i medicinali Statunitense (FDA – Food and Drug Administration), come equipaggiamento personale che protegge sia il paziente che le persone con cui è a contatto, dalla trasmissione di fluidi corporei come le goccioline respiratorie.

3. Centre for Health Protection Department of Health The Government of the Hong Kong Special Administrative Region. (2020, January 23). Use Mask Properly. Fonte: https://www.chp.gov.hk/files/pdf/use_mask_properly.pdf  

4. GovHK. (2015, April 29). Wearing Mask. Fonte: https://www.info.gov.hk/info/sars/en/facemask.htm  

5. CNN Philippines Staff. (2020, January 27). Clean devices, drink fluids: Simple ways to protect yourself from coronavirus . Fonte:  https://www.cnn.ph/news/2020/1/27/How-to-protect-yourself-from-coronavirus-tips.html

6. https://www.preprints.org/manuscript/202004.0203/v2

Lascia un commento