Ruolo dei test funzionali nella diagnosi delle malattie

Ruolo dei test funzionali nella diagnosi delle malattie

Ruolo dei test funzionali nella diagnosi delle malattie

I test funzionali fanno parte dei test diagnostici e contribuiscono al percorso che porta alla diagnosi delle malattie.

 

Cosa sono i test funzionali?

Sono quei test diagnostici che valutano la funzione, l’efficacia, di un determinato processo all’interno dell’organismo. Può trattarsi di valutare l’efficacia di un intero organo o soltanto di una sua specifica funzione. Un esempio di test che valuta una specifica funzione è l’elettrocardiogramma, che valuta l’attività elettrica del cuore, ma non la sua efficacia in termini di pompa per il sangue.

 

Ruolo dei test funzionali

I test funzionali nella valutazione della funzione d’organo

Il primo ruolo dei test funzionali consiste nella valutazione dell’efficacia ovvero della funzionalità di un determinato processo nell’organismo.

 

I test funzionali nella diagnosi delle malattie

Il percorso diagnostico prevede una prima fase con un colloquio generale per capire i problemi (sintomi del paziente) ed un successivo esame obiettivo alla ricerca di segni di malattia. Dopo queste due tappe obbligate il medico inizia ad elaborare delle ipotesi diagnostiche. Le ipotesi diagnostiche vengono poi messe al vaglio grazie ad un insieme di test diagnostici, tra cui gli esami di laboratorio, le metodiche di immagine e i test funzionali appunto.

Questi a volte sono in grado di identificare immediatamente delle malattie, basti pensare all’elettrocardiogramma che valutando l’efficacia dell’attività elettrica del cuore dà informazioni precise sul tipo di aritmia cardiaca e quindi di malattia aritmica in atto. A volte però, presi da soli, non sono sufficienti per determinare una diagnosi di malattia, ma contribuiscono ad identificare riduzioni della funzionalità che sono legati a malattie stesse dell’organismo.

 

I test funzionali nel monitoraggio di una patologia

Poiché sono in grado di valutare l’efficacia di un determinato processo nell’organismo, i test funzionali sono efficaci anche nel determinare quale sia l’evoluzione della malattia. Per esempio, se una malattia determina una diminuzione dell’efficacia di una attività nell’organismo, misurare quella stessa attività ci dà informazioni sull’evoluzione della malattia. Un peggioramento dell’attività ci suggerirà un peggioramento della malattia, e viceversa.

 

Elenco dei test funzionali

Elenchiamo qui di seguito un elenco parziale dei test più noti, in ordine alfabetico:

Elettrocardiogramma

È il test di funzione del cuore per eccellenza. Si esegue la rilevazione dell’elettricità al torace, mediante elettrodi, che è direttamente legata all’attività elettrica cardiaca.

Holter cardiaco

Holter pressorio

Spirometria

Polisonnografia

 

Med4Care Marco De Nardin

Dott. Marco De Nardin

Lascia un commento