Visita urologica: come si svolge, quando farla

Visita urologica: come si svolge, quando farla

La visita urologica: quando è necessaria?

Cos’è la visita urologica? 

La visita urologica è una valutazione medica che ha lo scopo di individuare la presenza di eventuali malattie a carico dell’apparato urinario.  

Viene eseguita dall’urologo, il medico specialista in urologia. Il medico, durante la visita, valuta lo stato di salute dell’individuo, prescrive gli esami necessari per l’approfondimento diagnostico e suggerisce le terapie più opportune. 

 

A cosa serve la valutazione dell’urologo

La visita urologica serve a individuare le patologie acute o croniche che coinvolgono l’apparato urinario e quindi reni, vescica, uretra, ureteri.  

Gli urologi trattano anche il sistema riproduttivo dell’uomo, che comprende il pene, i testicoli, lo scroto e la prostata. 

La visita comprende la valutazione di vari disturbi, tra i quali: 

  • Infezioni delle vie urinarie 
  • Calcolosi 
  • Incontinenza 
  • Infezioni genitali maschili 
  • Neoplasie 
  • Prostatiti 
  • Disturbi legati alla sessualità 

 

Per quali sintomi è indicata una valutazione urologica?

È utile sottoporsi a visita urologica quando compaiono sintomi che interessano l’apparato genito-urinario, come:

 

Come si svolge la visita urologica

La visita inizia con l’anamnesi del paziente, ossia un colloquio durante il quale lo specialista raccoglie il maggior numero di informazioni sul motivo della visita e sulla storia clinica personale. 

In primo luogo il medico si informa sui sintomi: 

  • Quali sono i sintomi attualmente presenti
  • Quando sono iniziati
  • Se sono ricorrenti o se è la prima volta che si manifestano
  • Se prova dolore da qualche parte o ha difficoltà nella minzione

In seguito procede con la storia clinica del paziente: 

  • Abitudini
  • Stile di vita
  • Tipo di lavoro
  • Tipo di alimentazione
  • Interventi chirurgici pregressi
  • Malattie urologiche presenti nella famiglia
  • Farmaci assunti che possano influire sulla funzione dell’apparato urinario
  • Eventuali altre abitudini, compreso il vizio del fumo o il consumo di alcol

 

Esame obiettivo durante una visita urologica

A questo punto l’urologo procede con l’esame obiettivo. 

Questa parte della visita è differente in base al sesso del paziente. 

Per quanto riguarda gli uomini, il medico si concentra sul basso addome e la zona dei genitali esterni. 

Mediante la palpazione del canale rettale viene verificato anche lo stato di salute della prostata. 

Per le donne, la visita urologica non differisce molto da una visita ginecologica: lo specialista valuta lo stato di salute dell’apparto urinario, verificando anche la presenza o meno di un prolasso della vescica (cistocele) o dell’utero.

 

Esami diagnostici 

Se necessario, l’urologo può richiedere uno o più esami diagnostici: 

 

Quali malattie si possono nascondere dietro questi sintomi? 

Ne citiamo alcune: 

  • Cistite 
  • Pielonefrite 
  • Calcoli renali 
  • Insufficienza renale 
  • Uretrite 
  • Nefropatia diabetica 
  • Stenosi uretrale 
  • Rene policistico 
  • Tumore al rene, vescica, testicolo, prostata 
  • Prostatite 
  • Varicocele 
  • Infertilità maschile 

 

Come prepararsi per una visita urologica? 

Non richiede preparazione o precauzioni particolari. Tuttavia non andate al bagno immediatamente prima della visita: qualcora l’urologo ritenesse opportuno fare un’ecografia ai reni o alla vescica, quest’ultima non deve essere vuota altrimenti può fare fatica a visualizzarla!

È opportuno informare il medico se si seguono eventuali terapie farmacologiche e portare con sé referti o documenti di visite o esami svolti. 

Se stai cercando dove poter fare una visita urologica nella tua città clicca qui.

 

Fonti e note:

Hugh N Whitfield – Urological evaluation

 

Lascia un commento